Bando ISI 2018 - Nuovi contributi alle imprese per incrementare la sicurezza sul lavoro

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 20 Dicembre 2018, il bando ISI 2018 attraverso cui l’INAIL concede contributi per incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Lo stanziamento complessivo della misura è pari a 370 milioni di euro, è la somma più alta stanziata nelle nove edizioni dell’iniziativa promossa dall’Inail, che a partire dal 2010 ha messo complessivamente a disposizione delle aziende oltre due miliardi a fondo perduto.


Obiettivo

Obiettivo dell'intervento è quello di:

  • incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori;

  • incentivare le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria all’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, ridurre il livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali, ciò al fine di soddisfare l’obiettivo del miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell'azienda agricola mediante una riduzione dei costi di produzione o il miglioramento e la riconversione della produzione assicurando, al contempo, un miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Tipologia e misura del contributo

Il sostegno erogato dall’INAIL consiste in un contributo in conto capitale, variabile a seconda dell’asse di finanziamento. In particolare, per gli Assi 1, 2, 3 e 4, il contributo copre fino al 65% delle spese ammissibili (al netto dell'IVA) ed è concesso entro i seguenti limiti:

  • per gli Assi 1, 2, 3:
    • importo minimo: 5.000 euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’Asse 2 non è fissato il limite minimo di finanziamento;
    • importo massimo: 130.000 euro.
  • per l’Asse 4:
    • importo minimo: 2.000 euro;
    • importo massimo: 50.000 euro.
  • Per l’Asse 5:
    l’intensità del contributo è pari al 50% delle spese ritenute ammissibili (al netto dell’IVA) per i giovani agricoltori (soggetti destinatari dell’Asse 5.2), ridotta al 40% per la generalità delle imprese agricole (soggetti destinatari dell’Asse 5.1). In ogni caso, il finanziamento erogabile è compreso tra un minimo di 1.000 euro ed un massimo di 60.000 euro.

Progetti ammissibili

AssiStanziamento e Intervento ammissibileDestinatari
Asse 1 - Isi Generalista€ 182.308.344,00 ripartiti in:

• Asse.1.1 euro 180.308.344,00 per i progetti di investimento

• Asse 1.2 euro 2.000.000,00 per i progetti per l’adozione di modelliorganizzativi e di responsabilità sociale
Per progetti di investimento e per progetti mirati all’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale i soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018.

Sono escluse:
• le micro e piccole imprese anche individuali, operanti nei settori Pesca (codice Ateco 2007 A03.1) e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature (codici Ateco 2007 C13, C14 e C15);
• le micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.
Asse 2 - Isi tematica€ 45.000.000,00 per progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC)Per progetti volti alla riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi i soggetti destinatari dei finanziamenti sono:
• le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle Imprese o all’albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018;
• gli Enti del terzo settore in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018.

Non sono destinatarie dei finanziamenti per i progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi:
• le micro e piccole imprese anche individuali, operanti nei settori Pesca (codice Ateco 2007 A03.1) e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature (codici Ateco 2007 C13, C14 e C15);
• le micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.
Asse 3 - Isi Amianto€ 97.417.862,00 per progetti di bonifica da materiali contenenti amiantoPer progetti volti alla bonifica da materiali contenenti amianto i soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018.

Non sono destinatarie dei finanziamenti per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto:
• le micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.
Asse 4 – Isi Micro e Piccole Imprese€ 10.000.000,00 per progetti di micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Ateco 2007 A03.1, C13, C14, C15)Per progetti di micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività i soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le micro e piccole imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura, in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018 operanti nei settori Pesca (codice Ateco 2007 A03.1) e Tessile-Confezione- Articoli in pelle e calzature (codici Ateco 2007 C13, C14 e C15).
Asse 5 – Isi Agricoltura€ 35.000.000,00 per progetti di micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, così suddivisi:

• Asse 5.1 euro 30.000.000,00: per la generalità delle imprese agricole

• Asse 5.2 euro 5.000.000,00: riservato ai giovani agricoltori,organizzati anche in forma Societaria
Per progetti di micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli i soggetti destinatari dei finanziamenti sono esclusivamente le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese o all’Albo delle società cooperative di lavoro agricolo, in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018 nonché della qualifica di imprenditore agricolo di cui all’articolo 2135 del codice civile e titolari di partita IVA in campo agricolo, qualificate come:
• Impresa individuale,
• Società agricola,
• Società cooperativa.

Le imprese destinatarie dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori) devono inoltre avere al loro interno la presenza di giovani agricoltori come indicato dall’Avviso pubblico ISI 2018.



Spese ammissibili

Per tutti gli assi, sono ammesse a finanziamento le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso e indispensabili per la sua completezza, nonché le eventuali spese tecniche.

Le spese devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 30 Maggio 2019.

Per “progetto in corso di realizzazione” si intende un progetto per la realizzazione del quale siano stati assunti da parte dell'impresa/ente richiedente, in data anteriore al 31 maggio 2019, obbligazioni contrattuali con il soggetto terzo che dovrà operare per realizzarlo. Si precisa che la firma del preventivo per accettazione non costituisce obbligo contrattuale. Per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto la data di presentazione del piano di lavoro può essere antecedente al 31 Maggio 2019.


Presentazione della domanda

  • Prima fase: A partire dal prossimo 11 Aprile 2019 e fino alle ore 18 del 30 Maggio 2019 accesso alla procedura online e compilazione della domanda nella sezione “Servizi online” del sito Inail.

  • Seconda fase: invio della domanda online tramite click day. Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello saranno pubblicati sul sito dell’Istituto a partire dal 6 Giugno 2019.

  • Terza fase: Le imprese collocate in posizione utile per accedere al contributo dovranno poi confermare la domanda inserita online, tramite l’invio della documentazione indicata nell’avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.




Newsletter inviata il giorno 31/01/2019


Warrant hub S.p.a. - Corso Mazzini, 11 - 42015 Correggio (RE) - Tel. 0522 7337 - Fax 0522 692586
e-mail: info@warranthub.it - Sito: warranthub.it
P.IVA e CF 02182620357