Umbria: aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni tangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale. Pubblicato il nuovo bando


La Regione Umbria ha pubblicato il nuovo bando a sostegno dei progetti di innovazione aziendale emanato a valere sul POR FESR 2014-2020 - Asse III Azione 3.4.1. Le risorse stanziate ammontano complessivamente ad € 5.000.000,00.
Il bando intende fornire un supporto alle piccole e medie imprese (PMI) che vogliano realizzare progetti di innovazione aziendale conseguendo congiuntamente l'ampliamento della capacità produttiva, al fine di migliorare la competitività e l'innovazione del sistema produttivo regionale.
Di seguito si riportano i contenuti essenziali dell'intervento, con l'indicazione dei soggetti e degli investimenti ammissibili, dei contributi concedibili e delle condizioni per ottenerli.


Soggetti beneficiari

Possono accedere al bando le PMI extra agricole classificate secondo l’Allegato 1 del Regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 Giugno 2014 e s.m.i., in possesso, alla data di trasmissione della domanda, dei seguenti requisiti:

  • per le imprese beneficiarie iscritte al Registro delle imprese: presenza di almeno una unità produttiva ubicata nel territorio regionale come risultante da visura camerale al momento della presentazione della richiesta di contributo;
  • per le imprese beneficiarie non iscritte al Registro delle imprese: indicazione del luogo di esercizio dell’attività d’impresa, come riscontrabile dal certificato di attribuzione della Partita IVA, nel territorio regionale. Nel caso di liberi professionisti, che esercitino in forma individuale, associata o societaria ai sensi delle leggi vigenti, è richiesto il possesso di partita IVA per lo svolgimento dell’attività, rilasciata da parte dell’Agenzia delle Entrate e la regolare iscrizione ai relativi albi/elenchi/ordini professionali previsti dalla vigente normativa;
  • la sede oggetto dell’intervento, ubicata nel territorio regionale, deve risultare attiva e possedere, al momento della presentazione della richiesta di agevolazione, codice di attività ATECO 2007 tra quelli ricompresi nell’“Allegato 7” o nell’“Allegato 7/bis”.

Ambito territoriale

Gli interventi dovranno essere realizzati presso un’unità locale dell’impresa ubicata nel territorio della Regione Umbria e risultante dalla visura camerale al momento della presentazione della domanda.
Inoltre, deve essere funzionalmente coinvolta nella realizzazione del progetto avente un codice di attività ATECO 2007 ricompreso nell’ “Allegato 7” e/o nell’ “Allegato 7/bis” ammissibile ai sensi dell’avviso, posseduto, anche a titolo non principale, al momento della presentazione della richiesta di agevolazione.


Interventi e spese ammissibili

Gli interventi finanziabili sono investimenti innovativi finalizzati all’introduzione in azienda di nuovi prodotti e/o processi produttivi e all’ampliamento della capacità produttiva dell’azienda medesima.
Il costo totale ammissibile dell’intero progetto deve essere compreso entro il limite minimo pari o superiore ad € 50.000,00 e il limite massimo pari ad € 1.000.000,00. Sono ammissibili a contributo le spese sostenute per programmi di investimento finalizzati all’introduzione di innovazioni di prodotto e/o di rilevanti innovazioni di processo produttivo dell’impresa, di valore unitario pari o superiore ad € 1.000,00. Tali spese possono riferirsi all’acquisto diretto o all’acquisizione in locazione finanziaria delle seguenti immobilizzazioni:

  1. impianti produttivi, macchinari ed attrezzature, comprese le attrezzature ed utensili di prima dotazione necessarie e funzionali ai nuovi impianti acquisiti e fatturati dal medesimo fornitore contestualmente al bene principale cui afferiscono;
  2. brevetti e altri diritti di proprietà industriali;
  3. programmi informatici esclusivamente connessi alle esigenze di automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo nel quale vengono inseriti i nuovi investimenti per un massimo del 15% della somma di tutte le altre voci di spesa inserite nel progetto;
  4. opere murarie ed impiantistiche (elettriche e idrauliche) occorrenti per l’istallazione e collegamento dei macchinari acquisiti e dei nuovi impianti produttivi. Le spese di cui alla lettera d) sono ammissibili nel limite massimo complessivo del 10% del valore del bene principale a cui si riferiscono.

Relativamente agli acquisti effettuati tramite locazione finanziaria (“leasing”), sarà applicato il disposto di cui all’art.19 lettera b) del D.P.R. 22/2018. Il contributo sarà pertanto erogato secondo la modalità di concessione tramite il concedente. Ai fini dell’ammissibilità delle relative spese, l’impresa dovrà stipulare contratti di locazione finanziaria unicamente con le società di leasing operanti sul territorio regionale ed iscritte all’art. 107 del D.Lgs. 385/93 ovvero all’Albo di cui all’art. 13 dello stesso Decreto e che abbiano sottoscritto apposita convenzione con la Regione Umbria.


Misure dell’agevolazione

Le agevolazioni possono essere concesse in esenzione, nel rispetto di quanto previsto dal Reg. (UE) n. 651/2014, o a titolo de minimis, ai sensi del Reg. (UE) n. 1407/2013.
Il contributo concedibile è calcolato in riferimento all'ammontare delle spese ritenute ammissibili, considerate al netto dell'IVA e di ogni altro onere accessorio e finanziario, in sede di valutazione del progetto e non potrà comunque superare l'importo richiesto dall'impresa nella domanda di ammissione, nel rispetto dei limiti e delle condizioni di seguito indicati:

Tipologia di investimentoRegime applicato e misura dell'agevolazione (% delle spese ammesse)
Beni materiali/immateriali• Regime di esenzione: 20% piccola impresa; 10% media impresa;
• Regime di esenzione zone assistite: 30% piccola impresa; 20% media impresa;
• Regime de minimis: 25% per piccole e medie imprese.
Servizi di consulenza• Regime di esenzione: 40%


Modalità di presentazione

La compilazione delle domande di ammissione a contributo potrà essere effettuata a partire dalle ore 10 del 9 Maggio 2018 e fino alle ore 12 del 22 Giugno 2018 utilizzando esclusivamente il servizio on line sul sito della regione.
L’invio delle domande di ammissione potrà essere effettuato dal giorno 30 Maggio 2018 a partire dalle ore 10 e fino alle ore 12 del 22 Giugno 2018 esclusivamente accedendo allo specifico indirizzo indicato nella ricevuta di avvenuto completamento della fase di compilazione.
La selezione delle proposte avverrà attraverso una procedura di tipo valutativo a sportello. Le istanze pervenute entro il termine fissato saranno istruite, fino ad esaurimento delle risorse disponibili assegnate ad ogni riserva, secondo l’ordine cronologico rilevato nella ricevuta di avvenuta trasmissione generata dal sistema di Umbria Digitale s.c.a.r.l..
Successivamente, le domande ritenute ammissibili sotto il profilo formale saranno sottoposte per la valutazione sostanziale che svolgerà le proprie attività applicando i criteri di selezione e priorità dettagliati nel bando.



Newsletter inviata il giorno 03/05/2018


Warrant Group S.r.l. - Corso Mazzini, 11 - 42015 Correggio (RE) - Tel. 0522 7337 - Fax 0522 692586
e-mail: info@warrantgroup.it - Sito: www.warrantgroup.it
P.IVA e CF 02182620357