Emilia Romagna: Start-up innovative 2017 – 3° call da Ottobre


Il bando, approvato dalla Giunta regionale, con delibera n. 451 lo scorso 10 Aprile 2017, incentiva l'avvio e il consolidamento di start up innovative ad alta intensità di conoscenza.
L'obiettivo è favorire la nascita e la crescita di start up in grado di far emergere, attraverso nuovi prodotti di servizi e sistemi di produzione, aree di mercato a elevato contenuto innovativo e incentivare le opportunità occupazionali.

La misura individua come settori prioritari: agroalimentare, edilizia e costruzioni, meccatronica e motoristica, industria della salute e del benessere, industrie culturali e creative, innovazione nei servizi.

Il bando, che prevede una dotazione finanziaria di 4.500.000 euro, si rivolge alle piccole e micro imprese regolarmente costituite come società di capitali (incluse Srl, uninominali, consorzi, società consortili, cooperative).
Per i progetti di avvio di attività (tipologia A) possono presentare domanda le imprese costituite successivamente al 1° Gennaio 2014.
Per i progetti di espansione di start up già avviate (tipologia B) possono presentare domanda le imprese costituite dopo il 1 Aprile 2012.

Spese ammissibili per gli interventi di tipologia A:

  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto);
  • acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese di costituzione (max 2.000 euro);
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 25.000,00 €);
  • consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Spese ammissibili per gli interventi di tipologia B:

  • acquisizione sedi produttive, logistiche, commerciali. Le imprese con sede legale esterna alla Regione Emilia-Romagna potranno acquistare solo sedi produttive nel territorio regionale (max 50% costo);
  • macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  • spese di affitto e noleggio laboratori e attrezzature scientifiche (massimo 20% del costo totale del progetto);
  • acquisto e brevetti, licenze e/o software da fonti esterne;
  • spese promozionali anche per partecipazione a fiere ed eventi (massimo 10% del costo totale del progetto);
  • consulenze esterne specialistiche non relative all’ordinaria amministrazione.

Il presente bando è a sportello su tre call. In particolare la terza si aprirà il prossimo 1 Ottobre 2017 e chiuderà il 30 Novembre salvo esaurimento delle risorse.



Newsletter inviata il giorno 20/07/2017


Warrant Group S.r.l. - Corso Mazzini, 11 - 42015 Correggio (RE) - Tel. 0522 7337 - Fax 0522 692586
e-mail: info@warrantgroup.it - Sito: www.warrantgroup.it
P.IVA e CF 02182620357