Un altro successo, fresco di giornata.

 

La Commissione Europea ha valutato positivamente MOLOKO, il progetto di ricerca coordinato dal CNR con il supporto di Warrant Group che ha per obiettivo quello di sperimentare nuovi sensori integrati e miniaturizzati per il monitoraggio on site della qualità del latte lungo tutta la filiera. In particolare, l’obiettivo del progetto è quello di arrivare a monitorare in tempo reale fino a 10 indicatori di sicurezza alimentare, come ad esempio la presenza o meno di diversi ceppi antibiotici, oppure la quantità di caseina o lactoferrina.

 

MOLOKO (Multiplex phOtonic sensor for pLasmonic-based Online detection of contaminants in milK) verrà finanziato da Horizon 2020, il programma quadro europeo per la Ricerca e l'Innovazione, all’interno della Call Photonics Kets 2017, con un contributo a fondo perduto che sfiora i 5 milioni e mezzo di euro per i 12 partner di 8 nazioni diverse che compongono la squadra. Oltre a CNR, il consorzio potrà contare sulla competenza tecnico scientifica dell'Istituto Superiore di Sanità, di Fraunhofer e di VTT, mentre le attività di testing e di validazione della soluzione tecnologica verranno affidate ad un partner industriale del calibro di Parmalat

 

A Warrant Group, ed in particolare alla controllata belga BeWarrant, è stato affidato il ruolo di dissemination manager, vale a dire la responsabilità sulla comunicazione e diffusione dei risultati del progetto verso il pubblico e gli stakeholders.

 

In Warrant abbiamo sempre sete di nuove idee, perchè solo da una buona idea può nascere un progetto di successo.

 

Quella che sta alla base di MOLOKO è buona, fresca e piena di energia: proprio come un bel bicchiere di latte.