BUSINESS AREA

I nostri servizi e le aree di intervento

La scelta della migliore strategia finanziaria rappresenta una delle variabili che influenzano più direttamente le performance aziendali.

Con la globalizzazione, l’intensificarsi della competizione, la tendenza dei mercati verso una sempre maggiore specializzazione produttiva e la drammatica riduzione del ciclo di vita dei prodotti, il modello di business “small is beautiful”, risultato vincente per le sue caratteristiche di flessibilità e di velocità di adeguamento ai cambiamenti del mercato, non è più sufficiente: alla flessibilità e rapidità di adeguamento al mercato, bisogna affiancare gli indubbi vantaggi produttivi ed economici rappresentati dal raggiungimento di una più adeguata “massa critica” e dall’avere una tendenza globale e una strategia locale.

Per l’impresa che voglia essere competitiva sul mercato, sono due gli aspetti da non trascurare: dimensione e investimenti in ricerca & sviluppo e internazionalizzazione. Sono esigenze che si risolvono con una crescita per linee interne o per linee esterne. Quest’ultima va gestita con molta attenzione per essere ben assorbita da processi e persone, ma indubbiamente ha il vantaggio di essere il modo più veloce per crescere.

Se ha capacità finanziaria, l’impresa può fare delle acquisizioni; se ha la strategia giusta, la visione e un brand forte sul mercato, può anche riuscire ad attrarre capitali di terzi, quale a esempio un fondo di private equity che, coinvolto nel progetto, la sorregga nel portare a termine nuove acquisizioni. Un’altra strada, ugualmente strategica, è procedere per fusioni: non è vero che due debolezze insieme, fanno una debolezza ancora più grave, ma ristrutturate e ben organizzate, possono creare maggiore valore.

In ogni caso, l’impresa deve investire. In ricerca & sviluppo, in nuovi prodotti, in nuovi mercati e lo deve fare raccogliendo capitali. Ecco perché, in questo momento storico più che in passato, la finanza diventa uno strumento strategico: l’impresa ha la necessità di parlare con il sistema bancario. Ma se fino a poco tempo fa, erano le banche a “corteggiare” le imprese a cui era sufficiente presentare i soli documenti di bilancio per ottenere un finanziamento, la crisi ha segnato una svolta radicale. In questa nuova era, il sistema bancario è diventato altamente selettivo e oculato. Per riuscire a interagire in maniera proficua per entrambi, è necessario un linguaggio totalmente nuovo rispetto al passato: un linguaggio fatto di trasparenza e di comunicazione delle strategie. Non più bilanci, ma business plan, non più passato, ma futuro.

Warrant Group propone alle imprese gli strumenti finanziari più adeguati al loro sviluppo e si occupa di tutte le attività che vanno dall’elaborazione del rating aziendale secondo i principi di Basilea2, all’analisi finanziaria, dalla predisposizione del business plan e dei bilanci prospettici, al rilascio del manuale di certificazione dei processi di controllo di gestione, dall’analisi di settore e dei competitor, alla gestione dei rapporti con il sistema creditizio per il reperimento di risorse finanziarie a supporto delle attività ordinarie e straordinarie, fino a supportare le aziende in operazioni di merger&acquisition, cessione consolidamento del debito e venture capital, nonché nell’apertura del capitale a nuovi investitori.